Impianto fotovoltaico con accumulo: Vantaggi e caratteristiche

news

Written by:

L’impianto fotovoltaico con accumulo, chiamato anche “energy storage per fotovoltaico”, fa parte del settore della produzione dell’energia elettrica alternativa e rinnovabile.
Con l’impianto fotovoltaico con accumulo è possibile, appunto, accumulare l’energia prodotta in eccesso, per poi riutilizzarla quando se ne ha più necessità. Quindi grazie all’impianto fotovoltaico con accumulo si può conservare l’energia in sovrabbondanza.

In questo modo si riesce ad alleggerire la spesa della bolletta elettrica, perché da l’opportunità di ottimizzare il consumo personale. L’impianto fotovoltaico con accumulo riesce a garantire che gran parte dell’energia solare in eccesso non venga dispersa e che, quindi, rimanga a propria disposizione. Naturalmente la percentuale di risparmio è condizionata dalla quantità di energia consumata.

Ci sono differenti tipologie di batterie (accumulatori), tra cui agli ioni di litio come, ad esempio, litio/ferro/fosfato, che hanno una buona durata ma sono abbastanza costose; al piombo/acido che hanno la caratteristica di essere abbastanza grandi e pesanti, e sono tra quelle più comuni nel mercato.

Poi ci sono le batterie al nichel metallo/idruro, queste a differenza delle batterie al nichel cadmio, raccolgono molta più energia e hanno una durata maggiore, con costi di manutenzione molto bassi; infine ci sono quelle al nichel cadmio che hanno il difetto di non accumulare enormi quantità di energia.

Quando si ha intenzione di dotarsi di un impianto fotovoltaico con accumulo, la prima cosa che si deve prendere in considerazione è il prezzo di ogni singola batteria che è presente sul mercato. Dare, dunque, un prezzo esatto non è possibile perché essendo il mercato in continuo movimento di conseguenza lo sono anche i valori delle batterie.

Ci sta anche il fatto che dal loro esordio a oggi sono state emessi nel mercato differenti modelli, e questo ha portato a una ulteriore diminuzione di prezzo. Grazie a tutto questo sempre più persone hanno potuto installare il sistema fotovoltaico con accumulo. Però quello che si può fare è dare dei prezzi indicativi che riguardano le principali batterie che sono presenti sul mercato.

Tra le batterie in vendita ci sono, ad esempio, quelle al nichel composte principalmente da metallo/idruro, e quelle al nichel cadmio, che partono da 3.000 euro fino ad arrivare a 5.000 euro. Poi ci sono le batterie al piombo/acido che sono tra quelle più economiche che vanno dai 2.000 euro circa, ma ci sono anche quelle da 4.000 euro. In ultimo ci sono, tra quelle più costose, le batterie agli ioni di litio che possono arrivare a costare anche 6.000 euro.

Visto la differenza di prezzi si consiglia di consultare più di un’azienda e di farsi fare, dunque, più di un preventivo.

Ci sono anche impianti fotovoltaici con accumulo, chiamati “stand-alone”, che possono essere installati in assenza di un collegamento alla rete elettrica, per questo motivo non ci saranno, ad esempio, bollette da pagare. In questo modo si è totalmente autosufficienti. Per questo tipo di impianto naturalmente dovrà essere presente una batteria che sia in grado di soddisfare tutte le esigenze di assorbimento. Con questo impianto si fa uso di energia pulita e a impatto zero sull’ambiente.

Scegliere di installare gli accumulatori per fotovoltaico è importante perché il normale impianto è condizionato dal fatto che quando si arriva alle ore notturne l’irradiazione solare si interrompe. Questo accade proprio quando solitamente le esigenze di energia sono maggiori. L’accumulatore per fotovoltaico ha proprio il compito di conservare, nelle apposite batterie, l’energia elettrica prodotta in eccedenza durante il giorno.

L’energia immagazzinata potrà poi essere utilizzata al momento del bisogno. Con questo sistema si può arrivare ad accumulare così tanta energia elettrica da riuscire a soddisfare gran parte del fabbisogno.

https://www.be-next.it

Comments are closed.